Via Papa Giovanni XXIII, 89 Trani (BT)

Alle premesse positive segue anche una nota ironica: “Preparatevi, perché quest’anno ci sono tantissimi film lunghissimi!”. Andiamo dunque a scoprire nel dettaglio la programmazione ricca e variegata che ci attenderà a Venezia dal 29 Agosto all’8 Settembre!

Partiamo dalla sezione in Concorso: sono ventuno i titoli in gara per il Leone d’Oro e gli altri trofei principali. Ad aprire la Mostra sarà per la seconda volta il regista americano Damien Chazelle con “Il primo uomo”, che narra le vicende dell’astronauta Neil Armstrong e della sua storica spedizione sulla Luna, con protagonista Ryan Gosling.

Tra i film più attesi ne troviamo due diretti da francesi: “Non Fiction”, di Olivier Assayas, una commedia sentimentale con protagonista Juliette Binoche, e “The Sisters Brothers” di Jacques Audiard, un western girato in lingua inglese, con protagonisti Joaquin Phoenix e Jake Gyllenhaal. Grande attesa anche per “Roma”, che segna il ritorno del messicano Alfonso Cuarón, il quale presenta un film autobiografico in bianco e nero. Dal cinema indipendente americano arrivano invece “The Mountain” di Rick Alverson, con Tye Sheridan e Jeff Goldblum, e “Vox Lux” di Brady Corbett, con Natalie Portman e Jude Law nei panni dei protagonisti. Per quanto riguarda il panorama italiano troviamo “Suspiria”, remake dell’omonimo horror, diretto da Luca Guadagnino e con protagonista Dakota Johnson e Mario Martone con “Capri – Revolution”. E ancora, “22 July” di Paul Greengrass, “The Favourite” di Yorgos Lanthimos, commedia in costume ambientata nella corte inglese all’inizio del XVIII secolo, che nel cast conta Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz; “Peterloo“, dramma storico di Mike Leigh, “At Eternity’s Gate” di Julian Schnabel, con Willem Dafoe nel ruolo di Vincent Van Gogh, “The Nightingale” di Jennifer Kent (l’autrice di “Babadook”), unica regista donna in concorso,“Sunset” di László Nemes, “Nuestro Tiempo” di Carlos Reygadas e “Killing” di Shinya Tsukamoto. Ultima grande sorpresa di questa sezione è costituita dai fratelli Coen con “The Ballad of Buster Scruggs”, con James Franco, Liam Neeson e Tom Waits, una serie western realizzata per Netflix.

Per la sezione Fuori Concorso si parte con l’ultimo remake di “A Star Is Born”, opera prima da regista di Bradley Cooper, con Lady Gaga nel ruolo interpretato in passato da Janet Gaynor, Judy Garland e Barbra Streisand. Altra punta di diamante è “L’altra faccia del vento”, una ricostruzione del progetto che Orson Welles aveva tentato invano di portare a compimento, dopo aver girato un’enorme quantità di materiale. Il legame fra Venezia e il mondo della serie TV sarà rinforzato con l’anteprima dei primi due episodi de “L’amica geniale”, miniserie basata sui libri di Elena Ferrante. Nell’ambito dei documentari spiccano nomi quali Emir Kusturica, Sergei Loznitsa, Errol Morris, Tsai Ming-liang e Frederick Wiseman.

L’ormai ex sezione “Cinema nel giardino” è stata rinominata “Sconfini”, dove verrà presentata un’extended cut dalla durata di centottantanove minuti di “The Tree of Life” di Terrence Malick. Ad aprire la sezione Orizzonti sarà invece “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, dramma dedicato alla controversa morte di Stefano Cucchi, con Alessandro Borghi nei panni del giovane.

Veniamo ora al Leone d’Oro alla Carriera del Festival di Venezia 2018 che sarà attribuito a due giganti del settore: il regista canadese David Cronenberg e l’attrice britannica Vanessa Redgrave. Ultimo, ma non meno importante, punto della lista è la composizione delle giurie: La giuria internazionale è presieduta dl regista, sceneggiatore e produttore messicano Guillermo del Toro, mentre tra i componenti troviamo Sylvia Chang, Trine Dyrholm, Nicole Garcia, Paolo Genovese, Malgorzata Szumowska, Taika Waititi, Christoph Waltz e Naomi Watts. La Giuria internazionale della sezione Orizzonti è invece formata da la regista, sceneggiatrice e produttrice greca Athina Tsangari (presidente), Michael Almereyda, Fatemeh Motamed-Aria, Frédéric Bonnaud, Mohamed Hefzy, Alison Mclean e Andrea Pallaoro. Le altre giurie sono per il Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”, Venice Virtual Reality e Venezia Classici. Con tali premesse, Venezia75 si preannuncia un’edizione ricca, sorprendente e sicuramente emozionante! Non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserverà e che vinca il migliore.

Seguiteci sui nostri social ufficiali

Post Author: Carmela Scarpa

Lascia un commento

Chinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianSpanish